252015apr
Fibre Ceramiche Refrattarie: possibili agenti cancerogeni

Fibre Ceramiche Refrattarie: possibili agenti cancerogeni

Le Fibre Ceramiche Refrattarie (FCR) sono dei silicati di alluminio sintetici, contenenti anche zirconio e boro, dotati di notevole resistenza alle elevate temperature, utilizzate industriali e nell’industria aerospaziale. Le RCF possono assumere dimensioni respirabili ed acquisire tossicità a carico dell’apparato respiratorio.

I principali organismi internazionali affermano che le RCF possono causare cancro del polmone.  La IARC considera le RCF come un possibile cancerogeno umano (categoria 2B), l’EPA le classifica in categoria B2 (probabile cancerogeno umano), lo SCOEL le classifica nel gruppo C (cancerogeno genotossico per il quale si consiglia una soglia di esposizione) e la UE (regolamento CLP) le considera agente cancerogeno di categoria 1B (presunta cancerogenicità nell’uomo). Questi dati rimarcano l’importanza della prevenzione per i lavoratori professionalmente esposti e la necessità di valutare, caso per caso, la dipendenza di eventuali patologie tumorali dall’esposizione professionale a RCF.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *